Tutorial per un hamon

Viene bisellata la lama lasciando uno spessore abbondante al tagliente. circa 1,5mm su un foglio lucido viene disegnata la sagoma
su questa viene tracciato il disegno dell’ hamon

viene poi ritagliata la traccia sul lucido e riportata sulla lama. Questo è importante in modo da avere la satanite sui punti precisi di entrambi i lati della lama

a questo punto si comincia:

la giusta consistenza

si lascia asciugare per almeno 24 ore

per la tempra, una volta portata la lama a temperatura viene spenta per 3 o 4 secondi in acqua e poi immediatamente immersa in olio

[

Le foto fanno schifo, ho quindi fatto un video …

viene grattata via la satanite

poi subito in forno per il rinvenimento

tolto dal forno e fatto raffreddare si riprende dalle grane grosse fino alle più fini, togliendo  prima il nero dalla lama e poi portando la lama a lucidatura
grana 60

120 e poi 240

poi fino alla 800 o 1000


saldatura della guardia

dopo aver sgrassato perfettamente la lama si passa all’ acidatura
io uso una parte di cloruro ferrico e 5 parti di acqua viene immersa la lama e lasciata per 4 o 5 minuti

la lama viene poi lavata con acquea e sapone ed eliminato tutta l’ ossidazione superficiale che si forma

si ripete il procedimento per 3 volte in modo da permettere al cloruro di marcare sempre più profondamente la lama

a questo punto viene immersa la lama in una soluzione di acqua e bircabonato in modo da fermare l’ azione del cloruro ferrrico


successivamente viene irrorata di olio e impacchettata per una notte con un pò di carta ed abbondante olio

trascorsa la notte si procede alla lucidatura ed evidenziazione dell’ hamon

prima di tutto faccio una passata con ruota di stracci e pochissima pasta per togliere il grosso dello sporco

poi ripulisco meglio con alcool e carta pulita facendo attenzione a cambiare carta appenna si sporca

a questo punto con pasta per carrozzieri ed una panno di lana continuo la lucidatura

notate la differenza di “porosità” dell’ acciaio tra la parte più morbida e quella più dura
la lama finita

Un pensiero su “Tutorial per un hamon

Lascia un commento